Barcellona

Barcellona metropoli multietnica

Barcellona, a circa 100 km dalla Francia, si sporge nel Mar Mediterraneo, e da questo ne prende il clima, il colore ed il sapore.

Barcellona grazie a tutti gli elementi autoctoni e stranieri che nei secoli sono riusciti ad amalgamarsi l’hanno resa una delle metropoli europee più vitale e multietnica.

Capitale della Catalogna, Barcellona ha un aspetto camaleontico, che non la fa mai apparire uguale a se stessa: è sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, che la renda capace di trasformarsi e rinnovarsi continuamente, per sorprendere e incantare chiunque passi a salutarla.

Da qui viene il grande fascino di Barcellona, meta da sempre di viaggiatori esigenti e artisti e gente comune.

Barcellona capitale della catalogna

Chi decide di raggiungere Barcellona e viverla da turista scopre al tempo stesso, un città antica e moderna, dove alle maggiori rappresentazioni del gotico catalano si affiancano espressioni del Modernismo e dove l’accostamento tra un vecchio quartiere di pescatori ed una moderna città olimpica non sembra poi così stonato.

Le bellezze architettoniche ed i capolavori artistici, insieme ad una gustosa cucina e ad una vita notturna tra le più animate, fanno di Barcellona una delle mete preferite dei viaggiatori decidono di raggiungere la Spagna anche solo per trascorrere un week end.

Barcellona cambiamento epocale

Dal 1992, da quando cioè a Barcellona si sono organizzati i Giochi Olimpici, qualcosa è davvero cambiato: larghi spazi che erano stati da tempo abbandonati dalle industrie, sono stati recuperati e hanno contribuito alla rinascita di Barcellona. Forse ciò che stupisce di più è la zona portuale, che conduce fino alla città, e sottolinea gli sforzi fatti per riprendere il cammino verso “riconquista del mare” l’elemento vitale della città stessa.

L’architetto catalano Oriol Bohigas, ha disegnato il villaggio e il porto olimpico della nuova Barcellona, una vera rivoluzione urbanistica che ha restituito ai cittadini spiagge pulite e balneabili.

Questo suo dinamismo, un cambiamento continuo, la sua modernità unita al suo essere mediterranea e marinara, attraente e piena di vita, l’ha resa una tra le mete preferite dai turisti di tutto il mondo, un luogo dove le morbide case costruite da Gaudì convivono tranquillamente con le imponenti architetture gotiche e con i resti dell’antica città.

Cosa vedere a Barcellona

Barcellona gelosa della propria cultura e delle tradizioni secolari è una metropoli cosmopolita, una città culturalmente vivace e protagonista di un vertiginoso progresso economico, espressione concreta di una continua ricerca di novità e cambiamento.

Le ramblas

Quando si arriva a Barcellona, il primo luogo da visitare è Las Ramblas ; così si entra subito in sintonia con la città ed il suo spirito libero. Lungo questo viale, che parte dal Porto Vecchio e arriva fino a Plaza de Catalunya, il giorno si confonde con la notte così come i barcellonesi si mescolano ai turisti intenti ad ammirare ogni dettaglio gli si presenti agli occhi o a godersi il relax nella caffetterie, nei ristoranti e nei negozi.

Passeggiando sulle Ramblas

Passeggiando per Les Rambles non può mancare un giro tra le bancarelle del mercato popolare della Boqueria. Circa a metà della Rambles, perdendosi tra i vicoletti si arriva al Barrio Gotico, il quartiere antico di Barcellona, considerato da molti un vero museo a cielo aperto, pieno di vita di giorno e di sorprese di notte.

Le ramblas sono il cuore pulsante di Barcellona, si può assaporare tutta la vitalità della gente che “vive”. Le strade sono il centro del movimento cittadino, luoghi animati da caffé all’aperto, edicole internazionali, venditori di animali, musicisti di strada e giocolieri.

Barcellona è come un profilo di donna, ogni tratto rende questa città realmente unica, capace di trasmettere una sensazione incredibile di ricchezza, imponenza, carattere e luminosità. Questa è la più grande essenza di Barcellona, il suo pregio più prezioso la sua forza e la sua magia.

Il barrio Gotico

Nel Barrio Gotico la visita alla Cattedrale dedicata a Santa Eulalia, Patrona di Barcellona è un momento importante del proprio tour. Dalla Rambla si entra nella Ribera, uno dei quartieri storici di Barcellona, dove è possibile visitare il Museo Picasso in cui si trova la più grande raccolta di opere giovanili del pittore spagnolo. La Rambla conclude la sua corsa a Placa de Catalunya, una zona in cui lo shopping può essere realizzato in uno dei tanti centri commerciali tra i più importanti.

Il viaggio nella Barcellona Modernista inizia a la Rambla de Catalunya e al Passeig de Gracia dove si trovano negozi di marche internazionali e locali, per fare acquisti di moda, articoli in pelle, gioielleria e molto altro.

Personaggi che hanno lasciato il segno a Barcellona

Barcellona, è legata a figure forti e uniche come quella di Ildefonso Cerdà, ingegnere che progettò il quartiere dell’Eixample ed Antonio Gaudì, genio dell’arte la famoso per la Sagrada Familia, opera rimasta incompiuta.

Ma Gaudì è anche l’artista che ha creato Parc Güell, luogo in cui ha messo il suo genio a disposizione dalla natura, Casa Milà, nota come La Pedrera e Casa Batlló.

I musei di Barcellona

Barcellona, è famosa in tutto il mondo per i suoi musei, e per questo il turista che decide di trascorrere anche una breve vacanza in questa città non potrà mancare ad una visita alla Fundació Joan Miró, dove si possono ammirare alcune opere del pittore e dove vengono realizzate esposizioni itineranti provenienti da tutti i musei del mondo.

Tra gli altri musei vi è il Museo Nazionale dell’Arte catalana, in cui si trova una delle più grandi collezioni di arte romanica del mondo. Tra questi, di particolare interesse sono gli affreschi romanici trasferiti al museo direttamente da cappelle e chiese di tutta la Catalogna.

L’arte contemporanea si espone nel recentemente costruito Museo dell’Arte Contemporanea di Barcellona il cui edificio fu progettato dall’architetto statunitense Richard Meier, che si trova nel quartiere Raval, conosciuto fino a poco tempo fa come Barrio Chino, luogo di delinquenti e prostitute. Una tappa d’obbligo per gli appassionati di calcio è il Museo del Futbol Club Barcelona, dedicato ad uno dei club più forti d’Europa in cui vengono esposti cimeli e souvenir a tema.

Tra le Piazze di Barcellona:

  • Plaça del Palau: tra la stazione di França e la Chiesa di Santa Maria del Mar, con giardini ed una fontana ricca di statue allegoriche;
  • Plaça Reial: nei pressi delle Ramblas, risale alla metà dell’800, è circondata dai portici ed illuminata da lampioni progettati da Gaudi;
  • Plaça Nova: nel Barri Gotic, comprende nell’adiacente Portal del Bisbe le 2 torri che componevano la porta di entrata di epoca romana;
  • Plaça del Pi: tra la Cattedrale e le ramblas, su di essa prospetta l’omonima chiesa in stile gotico;
  • Plaça de la Boqueria: il suo pavimento è un mosaico di Mirò.

Barcellona vista spettacolare

Barcellona dall’alto è magica, per ammirarla è necessario salire fino a Montjuïc, la montagna situata tra la città ed il mare che insieme al Tibidabo rappresenta una delle due cime che danno carattere e identità a Barcellona. Qui oltre ad uno splendido panorama è possibile trovare natura, arte contemporanea e parchi di divertimento che si fondono in un tutt’uno di magia e semplicità.

Un città antica e moderna al tempo stesso, questa è Barcellona. Gotica e Moderna insieme in un tutt’uno che non sembra poi così irriverente…anzi…

Bellezze architettoniche e capolavori artistici, insieme ad una gustosa cucina e ad una vita notturna tra le più animate fanno di Barcellona una delle mete preferite dell’intera Spagna.

Capodanno a Barcellona

Se hai scelto Barcellona per trascorrere la notte di San Silvestro? Ottima scelta, perché qui le notti non finiscono mai, e quella di Capodanno è sicuramente la più speciale…

Ti sentirai al centro dei divertimenti, con le strade affollatissime e la gente che continua a festeggiare fino a mattina inoltrata.

Potrai cenare a base di tapas, bicchieri di vino o sangria e poi lanciarvi alla scoperta della Barcellona notturna fra i vari quartieri ed i mille diversi locali con un party ogni volta diverso ma sempre entusiasmante.

Feste a barcellona in centro

Il centro storico è pieno di feste, sta a te scegliere quella più adatta, potrai passare la mezzanotte al porto Olimpico osservando i meravigliosi fuochi d’artificio, o brindare sotto la statua di Colombo, o salutare l’anno vecchio a Plaza Catalunya, e poi via dopo la mezzanotte lungo le Ramblas e nelle stradine limitrofe, luogo di incontro per eccellenza di catalani e stranieri, entrando e uscendo dai locali sempre diversi per ogni tipo di gusto.

Partendo dalle Ramblas troverai piccoli bar musicali, pub, cafè, locali di cabaret, teatrini, bar rock, spettacoli drag, per raggiungere infine il Maremagnum, sul porto, con una mega discoteca a più piani dove vi aspettano tipi diversi di musica e tanti personaggi fuori dal comune, e così via fino al mattino del Nuovo Anno, che sembra non dover arrivare mai…